Torna alla pagina precedente
 


Sul fondovalle della Maggia. Tra rumori e odori antichi
Gabriele Carraro
Gabriele Carraro (Locarno, 1963) è ingegnere forestale ed ecologo. Fra i suoi vari campi di attività nell’ambito della consulenza ambientale, vi è lo studio degli ecosistemi fluviali e delle foreste alluvionali. Carraro ha sempre avuto un occhio particolare sugli ambienti alluvionali della Maggia, divenuti per lui una sorta di giardino segreto.


Le zone alluvionali naturali a Sud delle Alpi hanno subito nel corso dell’ultimo secolo profonde trasformazioni: correzioni fluviali, opere idroelettriche e altre utilizzazioni hanno fortemente ridotto la superficie e la qualità di questi ambienti. La Maggia, nel tratto compreso tra Someo e Giumaglio, ha conservato caratteristiche naturali eccezionali, che ne fanno un paesaggio fluviale d’importanza internazionale. Con Carraro si avrà modo di camminare in un ambiente unico, violento, solo in apparenza caotico e sterile. Una camminata non agevole, attraverso deserti di ciottoli e boschi di golena, che non mancherà di sorprendere. Durata dell’escursione: 3-4 ore, con pranzo al sacco (condizioni meteo permettendo).


sabato 25 ottobre Lodano, ore 8.30.
Costo: fr. 10.- per persona. La conferenza camminata ha luogo con qualsiasi tempo.
Iscrizioni al n. telefonico 078/718 19 80 o all’indirizzo di posta elettronica iscrizione@itemi.ch.
Termine iscrizioni: giovedì 23 ottobre. Numero massimo: 30 persone.

Con il sostegno di:

 
17.09.03
Sito: Alessio Tutino